Approvato dal Consiglio dei Ministri il 29 gennaio 2020 e ora sottoposto al Senato la nuova normativa sull’Efficienza energetica che attua la direttiva (Ue) 2018/844 del Parlamento Europeo. Questo decreto cambia i requisiti a cui attenersi nella valutazione della prestazione energetica degli edifici e l’efficienza energetica.

Il decreto stabilisce i nuovi requisiti per l’installazione o sostituzione dei sistemi tecnici per l’edilizia come: il rendimento energetico globale, la corretta installazione, il corretto dimensionamento e sistemi di regolazione e controllo eventualmente differenziabili per gli edifici nuovi ed esistenti, i parametri del benessere termo-igrometrico degli ambienti interni, della sicurezza in caso di incendi e dei rischi connessi all’attività sismica. Introdotto inoltre il Livello di Prontezza dell’edificio, un indicatore sulla predisposizione all’uso di tecnologie smart.

Nel decreto si parla anche dell’obbligo di installare colonnine di ricarica sia per gli edifici residenziali di nuova costruzione o sottoposti a ristrutturazione rilevante, sia negli edifici non residenziali. Il decreto parla anche di esenzioni per le piccole e medie imprese, per gli edifici per cui la richiesta di costruzione sia presentata entro il 10 marzo 2021, per le zone in cui la rete locale può essere messa a rischio dalle infrastrutture di canalizzazione necessarie e nessun obbligo anche nel caso in cui i costi dell’installazione superino il 7% del costo della ristrutturazione dell’edificio.

Questi cambiamenti modificheranno anche i requisiti professionali e gli accreditamenti dei certificatori. Tali requisiti saranno definiti dal titolo di studio e i corsi eseguiti per essere abilitati alla stesura dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica). Verranno aggiornati inoltre le modalità di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione, accertamento e ispezione degli impianti termici degli edifici.

Il decreto apporterà cambiamenti anche per l’attività amministrativa dei Comuni che, per ottenere il titolo abilitativo edilizio, dovranno rispettare i requisiti di integrazione delle tecnologie per la ricarica dei veicoli elettrici. L’adeguamento andrà svolto entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto, ovvero entro il 10 settembre 2020.

Per maggiori informazioni cliccare sul link: https://www.edilportale.com/news/2020/02/normativa/prestazione-energetica-degli-edifici-nuovi-parametri-per-il-calcolo_74749_15.html